10 Dec 2019
BREAKING NEWS
Home / Economia  / Bonus gas, la proposta di Robortella non convince. Il sindaco di Grumento sbotta

Bonus gas, la proposta di Robortella non convince. Il sindaco di Grumento sbotta

di Daniele Corbo

GRUMENTO NOVA- A qualche giorno dalla scadenza dei termini per la presentazione della documentazione
necessaria ad ottenere il bonus gas per il primo dei cinque anni previsti, la mozione presentata dal consigliere
Vincenzo Robortella al parlamentino lucano riapre una questione che ha accompagnato l’intera gestazione dell’accordo Eni-Comuni-Regione da 4 milioni di euro l’anno per l’erogazione del contributo sui consumi energetici delle famiglie della Val d’Agri. E’ giusto che la misura sia estesa oltre i dieci comuni dell’Alta Val d’Agri, ovvero Viggiano, Montemurro, Marsico Nuovo, Marsicovetere, Moliterno, Grumento, Sarconi, Paterno, Tramutola
e Spinoso? Due i motivi per cui il sindaco di Grumento Nova Antonio Imperatrice  è contrario all’ipotesi su cui sta lavorando Robortella.  Primo: il bonus gas deriva da risorse del Comune di Viggiano. Secondo: gli altri comuni del Po Val d’Agri, e non solo quelli, hanno già beneficiato dei petroleuro, malgrado l’impatto ambientale sia quasi tutto
sulle spalle dei dieci comuni più vicini al Cova, quelli cioè che attualmente fanno parte dell’accordo.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”