20 Nov 2019
BREAKING NEWS
Home / Cronaca  / Capodanno Rai, la scelta di Potenza non piace ad alcuni territori. E’ tutti contro tutti

Capodanno Rai, la scelta di Potenza non piace ad alcuni territori. E’ tutti contro tutti

POTENZA- Sarà un ultimo dell’anno della discordia. La polemica sul Capodanno Rai non si arresta. E dopo le prese di posizione dei giorni scorsi la miccia si è riaccesa. Questa volta ad entrare a gamba tesa nel dibattito è l’assessore regionale, Franco Cupparo in risposta ad una nota dei sindaci del Metapontino ( che riportiamo in pagina). E l’assessore li bacchetta. «Sulla scelta di tenere a Potenza il Capodanno Rai 2020, prima che la polemica prevalga sulla verità dei fatti, credo sia necessario abbassare i toni soprattutto da parte di chi ha responsabilità istituzionali». «Ho ritenuto, e lo confermo – prosegue l’assessore- che il Metapontino, al pari del Vulture-Melfese avessero tutte le carte in regola per seguire le esperienze già realizzate a Matera (per due volte), a Potenza e a Maratea come occasione di attrazione turistica. Il mio parere non poteva tenere conto delle questioni logistiche. Ma la decisione finale è avvenuta a seguito di sopralluoghi fatti da Apt e Rai Com, dai quali è stato detto che la città capoluogo è risultata essere l’unica ad avere i requisiti di pregnanza estetica, di ospitalità, di mobilità, di dotazioni di uffici e sale prove, di un set adiacente al palco e altre soluzioni tecniche». – I sindaci del Metapontino non mollano e all’indomani dell’ufficializzazione da parte del governo regionale della città in cui fa svolgere lo show Rai del Capodanno – ricaduta come sappiamo su Potenza – annunciano battaglia. “Ci lascia basiti la decisione della Regione Basilicata di penalizzare, ancora una volta, il Metapontino” esordiscono in una nota i primi cittadini di Pisticci, Bernalda, Scanzano Jonico, Policoro, Nova Siri Montalbano Jonico e Rotondella. I sindaci si sentono presi in giro tenuto conto “delle innumerevoli istanze portate avanti sia dalle amministrazioni che dai cittadini costituitisi nel Comitato Metasiris, cui hanno fatto seguito altrettante promesse vuote di contenuto, sopralluoghi fugaci, fino alle dichiarazioni dell’assessore Cupparo circa la preferenza espressa dalla Rai per il Metapontino, logisticamente più adatto ad ospitare un evento di tale portata”.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”