12 Dec 2019
BREAKING NEWS
Home / In evidenza  / Centrodestra, porte chiuse ai “riciclati”. Altolà agli infiltrati del centrosinistra

Centrodestra, porte chiuse ai “riciclati”. Altolà agli infiltrati del centrosinistra

POTENZA- «Chi è stato protagonista del centrosinistra di Basilicata non può essere candidato nel centrodestra». Il giorno dopo l’annuncio ufficiale della candidatura del generale Vito Bardi a governatore, Gianni Rosa, capogruppo FdI in Consiglio regionale, stappa sul nascere possibili “salti della quaglia”. Nessuno potrà “inquinare” la coalizione. Per l’unità d’intenti che dovrà esserci sulle cose da fare, nel caso di vittoria, e per evitare di creare le condizioni per eventuali maggioranze “mutevoli”. D’altronde i casi Potenza e Matera, leggi De Luca e De Ruggieri, hanno insegnato non poco. E allora in queste ore “calde” in cui molti vorrebbero salire sul carro di Bardi, Rosa chiude la porta. Da Valluzzi a Pace, solo per fare alcuni nomi – seppur accostati a volte senza conferme – entrati subito nel “tam tam”. «Se qualcuno crede nel centrodestra – aggiunge Rosa – può iniziare a farlo da elettore». Poi si vedrà. E su questo, continua, «sono certo ci sia piena sintonia in tutta la coalizione». E, dunque, non sono previste né consentite porte girevoli anche negli altri partiti. A iniziare dalla lista di Benedetto, in queste ore guardato con “sospetto” da più di qualcuno.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”