12 Dec 2019
BREAKING NEWS
Home / Cronaca  / Ex Fenice, ulteriori contaminanti sotto l’inceneritore: verso un altro braccio di ferro

Ex Fenice, ulteriori contaminanti sotto l’inceneritore: verso un altro braccio di ferro

MELFI – Prosegue il braccio di ferro tra le istituzioni e Rendina Ambiente in merito alla contaminazione del sito sottostante l’inceneritore ex Fenice. La settimana prossima è stata convocata una nuova conferenza dei servizi, sempre presso la sala consiliare del Comune di Melfi, che si preannuncia molto “calda”, a giudicare dai punti all’ordine del giorno inseriti. A darne notizia il sindaco di Melfi Livio Valvano, con una nota inviata all’attenzione del Ministero dell’Ambiente, alla prefettura, al dipartimento regionale Ambiente ed Energia, all’ufficio regionale Compatibilità ambientale, all’Arpab, all’ufficio Pianificazione territoriale e ambiente della Provincia di Potenza, all’Asp, al consorzio per lo sviluppo industriale, a Rendina Ambiente, al sindaco di Lavello, alla polizia provinciale, al comitato per il diritto alla salute, alla procura della Repubblica e al comando carabinieri per la tutela ambientale di Potenza.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”