15 Dec 2019
BREAKING NEWS
Home / In evidenza  / Nomine, Mattia: “Noi, con le mani libere. Il centrodestra banchetta con le poltrone”

Nomine, Mattia: “Noi, con le mani libere. Il centrodestra banchetta con le poltrone”

POTENZA – Da candidato governatore a consigliere regionale mancato. Ad oltre otto mesi dalle Regionali che in Basilicata hanno visto prevalere il centrodestra, Antonio Mattia torna a dire la sua.

Lo fa nel momento in cui il M5s sembra attraversare una fase di difficoltà di consensi tra i lucani nonostante la nuova collocazione politica con il Pd e il centrosinistra con la formazione del governo Conte 2 che ha però trovato ampia condivisione tra gli iscritti al Movimento. E soprattutto mentre il 44% raccolto alle Politiche del 2018 sembra lontanissimo. “Ma sulle questioni politiche – premette – voglio precisare di rispondere a titolo personale e non del Movimento”. Alle spalle il 20,31% registrato alle Regionali del 24 marzo, primo partito, con circa 60mila preferenze.
Mattia, smaltito il rammarico per il risultato elettorale e per non essere riuscito ad entrare in Consiglio regionale?
C’è solo il rammarico di non aver dedicato sufficiente tempo ad informare i cittadini che mi hanno confermato a decine, a centinaia, nei giorni successivi la data delle elezioni che volevano fossi in Consiglio e volevano esprimere la preferenza personale su di me.
Come mai?
La verità è che non mi sono dedicato a pubblicizzare la mia presenza nella lista come candidato consigliere. In realtà molti ritenevano che bastasse barrare il simbolo del M5s e non scrivere il nome e che dunque entrassi in automatico…

L’intervista integrale sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Celestino Benedetto