12 Dec 2019
BREAKING NEWS
Home / Apertura  / Regionali 2019, è la fine di un’era: Bardi fa la storia

Regionali 2019, è la fine di un’era: Bardi fa la storia

POTENZA – La Basilicata va al centrodestra dopo 24 anni di governo ininterrotto del centrosinistra. Cade così l’ultima delle roccaforti rosse. Il nuovo presidente della Regione è infatti Vito Bardi, sostenuto di Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e Idea. Un risultato anche al di sopra delle aspettative, che Bardi ha maturato sfondando addirittura il tetto del 40%. Con il 42,2% dei voti, ha messo alle spalle Carlo Trerotola del centrosinistra (33,1%), Antonio Mattia del Movimento 5 stelle (20,32%) e Valerio Tramutoli di La Basilicata possibile (4,37%). Il M5s dimezza i voti delle Politiche (dove aveva toccato quota 44,3%) ma si conferma con il 20,32% primo partito regionale. Boom della Lega che chiude al 19,15%. Il vento sovranista che spira forte sulla penisola ha sicuramente inciso sulla buona prestazione del centrodestra. E’ stata una vittoria a traino leghista che ha dimostrato come ormai Salvini sia penetrato anche nel Mezzogiorno. Se alle elezioni regionali del 2013 la compagine all’epoca trainata da Berlusconi aveva subito una sonora sconfitta, fermandosi al 19,5% e alle ultime Politiche era salita fino al 25,39%, in questa competizione è riuscito ad avanzare di ulteriori 17 punti percentuali. E tanto è bastato per rovesciare gli equilibri.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Dario Cennamo